Falcia Andanatura Colture da Seme

LA TECNICA
La falciatura (o meglio, la falcia-andanatura) come operazione propedeutica alla trebbiatura della maggior parte delle colture da seme è considerata una tecnica imprescindibile nell’ambito  del territorio della Pianura Romagnola.
Infatti risulta indispensabile per  interrompere in modo naturale la vegetazione delle piante madri una volta che il seme è giunto a maturazione fisiologica e, essiccandole in campo in modo naturale, prepararando così la coltura alla raccolta in modo ottimale con le mietitrebbie allestite con testata di raccolta “pick up”.
In Romagna questa pratica risulta molto diffusa rispetto ad altre regioni, dove, magari per una condizione climatica meno favorevole,  la raccolta delle colture da seme si effettua tramite la trebbiatura  “in piedi” con le classiche testate ad aspo,  trattando la coltura alcuni giorni prima con prodotti chimici disseccanti, con un evidente maggior costo, maggior impatto ambientale e minore efficenza e qualità del prodotto finale.
E’ ovvio che per una corretta falcia andanatura occorrono particolari macchine ed una buona dose di professionalità degli operatori per evitare danneggiamenti alla coltura e perdita di seme durante il taglio.
Pertanto abbiamo dotato le nostre falciatrici semoventi di speciali testate opportunamente allestite come descriveremo poi in dettaglio, ma, oltre a ciò, possiamo garantire  una grande esperienza accumulata in oltre 30 anni di attività nel settore della produzione delle sementi che fanno di Terratech una delle Aziende Agromeccaniche di riferimento in questo settore .

LE MACCHINE
Terratech ha investito molto in questo settore dotandosi di due autofalciatrici semoventi MAZZOTTI GREEN progettate e sviluppate per questo specifico utilizzo. Tra le caratteristiche esclusive, va sottolineata la cabina di guida, la quale può essere ruotata dal posto di guida di 180° in meno di 30 secondi, contestualmente si invertono anche tutti i comandi di marcia e di sterzo. Grazie a questa soluzione è garantita la massima visuale sulla testata di taglio durante lo sfalcio, sia durante la marcia stradale per la massima sicurezza e qualità del lavoro. Oltre a ciò merita menzione l’esclusivo sistema di pivottamento idraulico della testata pere la larghezza della carreggiata variabile automaticamente, soluzioni queste che consento di lavorare con testate di taglio di oltre 320 cm di larghezza ed una luce di andana di cm 100 in altezza e cm 180 in larghezza, il tutto riconducibile entro gli ingombri massimi di legge durante i trasferimenti su strada, rendono la Mazzotti Green una macchina davvero unica e senza compromessi.

MAZZOTTI GREEN specifiche tecniche
– Motore 4 cilindri Perkins: Potenza Cv 145
– Trasmissione 4WD idrostatica
– Cabina di guida “girevole” idraulicamente
– Carreggiata registrabile idraulicamente
– Luce libera interno ruote in assetto di lavoro: cm 185
– Luce libera da terra cm 85
– Controtelaio idraulico per posizionare la testata verticalmente in assetto stradale
– Larghezza max in assetto di lavoro cm 320
– Larghezza max in assetto stradale cm 225
– peso (senza testata di taglio): kg 4680
twingreen

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Su ognuna delle nostre MAZZOTTI GREEN  sono abbinate due diverse e speciali testate falcia andanatrici:

Testata di falcia andanatura a dischetti KRONE ESCC EasySeedsCropCut 

KroneESCC
Krone ESCC2

Questa testata è stata realizzata sulla base di una falciatrice a dischetti Krone Easy Cut con l’obbiettivo  di agevolare e migliorare la qualità del taglio rispetto alle testate “Hesston aspo e tappeti” che, spesso, in presenza  di colture con grandi volumi e/o allettate,  vanno in crisi, determinando ingolfamenti e conseguenti formazione di cumuli di prodotto che determinano una cattiva essiccazione del prodotto e gravi perdite di prodotto al momento della trebbiatura con il rischio di essere causa di gravi rotture alle mietitrebbie stesse.
I vantaggi  rispetto alle testate Hesston si possono così riassumere:
1) vantaggi sul taglio del profilo verticale: con le barre “Hesston” la presenza e l’azione dell’aspo interferisce e limita l’efficienza delle lame verticali. Ciò aumenta le probabilità di ingolfamenti ai lati della barra di taglio dove la coltura è intrecciata nel punto di stacco;   la Krone ESCC risolve questa situazione in quanto l’assenza di aspo, consente alle lame verticali di esplicare al meglio la loro funzione in quanto, per prime e senza interferenze, impattano con il “muro” di vegetazione,  definendone con precisione ed efficienza la sezione verticale ed il punto di “stacco”. Una volta avvenuto ciò, la vegetazione può defluire senza ostacoli verso i dischetti di taglio praticamente intonsa, perfettamente integro  ed ancorata alle radici.
2) vantaggi sul taglio del profilo orizzontale : la maggior efficenza della barra a dischetti migliora grandemente la qualità del taglio rispetto alle lame alternative, soprattutto quando si opera su colture dalla struttura importante e fibrosa dei culmi. Tale maggior efficenza risulta ancor più evidente operando su colture  allettate o semi allettate.
3) vantaggi nella creazione dell’andana: lo stacco avveniene tramite il compattamento laterale del materasso di coltura. Sulle barre “Hesston” questa azione viene esplicata dall’azione di due tappeti  laterali, ma il loto scarso “grip”  determina a volte rallentamenti nel flusso e conseguenti  ingolfamenti. La Krone ESCC, grazie alla maggiore efficienza nell’azione di compattamento laterale del materasso di coltura (grazie alle 2 coppie di rulli compattatori  attivi), va a ridurre sensibilmente le probabilità di ingolfamento anche in questa area critica, a tutto vantaggio della qualità dell’andana e, soprattutto, della qualità della trebbiatura che andrà a seguire.

Caratteristiche tecniche testata Krone ESCC:
– Larghezza di taglio: mt 3,
– Dischetti: nr. 7
– Luce libera da terra del telaio: cm 85
– Lame di taglio “schumacher” verticali alt. cm. 120
– Regolazione idraulica della distanza delle lame verticale dalla barra a dischetti
– Doppio rullo compattatori orizzontale “passivo” posti davanti alla barra a dischetti ad altezza e distanza registrabile per una preparazione al taglio delicata e progressiva del “materasso” di coltura.
– Doppia coppia di rulli verticali “attivi” posti dietro alla barra a dischetti per uno “stacco” di andana pulito ed efficente in ogni situazione e in ogni coltura.
MazzottinoN

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Testata di falcia andanatura a lama oscillante ed aspo con convogliatore misto coclea-tappeti

Green_chiuso
green_open

Testata classica con sistema di taglio a lama alternativa, può essere utilizzata sia  su piselli da seme (sui quali non è possibile utilizzare la testata Krone) sia su colture in volume. La particolarità esclusiva di questa testata è il dispositivo di condogliamento  misto tappeti-coclee, che oltre ad essere molto delicata nel trattare la coltura, consente di separare gran parte della terra che normalmente rimane invischiata su pisello con le testate con andanatore a coclea utilizzate con le vecchie Hesston, inducendo la formazione di una andana molto soffice per una migliore e più veloce preparazione alla trebbiatura.

Caratteristiche tecniche testata ad aspo
– Larghezza di taglio: MT 3,20
– luce libera da terra del telaio: cm 85
– Lame di taglio verticali alt. cm. 90
– Aspo con settaggio variabile di: fase, altezza e distanza dalla lama di taglio, numero di giri.
– Rullo compattatore orizzontale passivo solidale all’aspo
– Sistema di andanatura misto “semi coclee-nastri”
mazzottino_06

 

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

mazzottinoBCicoria
mazzottino_05Aneto